La maga del Vesuvio

racconto orale, riferito all’eruzione del 1858

Si racconta che dopo un’eruzione del Vesuvio che aveva riempito di lava il fosso grande, in una notte del mese di novembre un’urlo straziante e disumano aveva svegliato gli abitantiMaga della zona.

L’urlo fu sentito anche nelle notti seguenti creando il terrore tra la gente.

i contadini si armarono di roncole e di fucili e all’alba partirono per una perlustrazione alla ricerca dell’origine dello spaventoso grido.

Batterono il terreno palmo a palmo, ma non trovarono nulla.

Nessuno sapeva dare una spiegazione e tutti avevano paura.

Fu così che, mentre si interrogavano sul da farsi, ci fu chi suggerì di rivolgersi alla “vecchia’e Mattavona”, una fattucchiera che abitava alle falde del Vesuvio.

Detto fatto, i contadini andarono in processione dalla megera. La vecchia si recò sul posto e pronunciò alcune incomprensibili formule magiche. Da allora l’urlo scomparve e i contadini ripresero a dormire di notte.

Annunci
Categorie: Italiano, Storie e Racconti | Tag: , , , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: